Mercoledì, 01 Giugno 2016 10:01

La foresta della svastica nascosta.

Scritto da 

Nel 1992 in Germania (ex Germania dell’est) venne scoperta, in una foresta della regione di Uckermark, nei prezzi di Zernikow, un enorme svastica nascosta, disegnata dagli alberi. Ovviamente questa cosa creò subito molto scalpore e le autorità presero provvedimenti immediati per rimuovere quelle piante, ma non riuscirono a capirne l’origine.

Il misterioso simbolo venne trovato per caso da un architetto tedesco di nome Günter Reschke, mentre stava consultando foto aeree di quella zona per un lavoro paesaggistico. La svastica era composta da larici piantati in ordine, in modo da creare quell’oscuro simbolo. Durante l’inverno le foglie dei larici prendono il tipico colore rossiccio, che risaltano in modo particolare rispetto quelle degli altri alberi, che sono pini, rendendo così la svastica ben definita e visibile.

Successivamente sono state svolte delle analisi che hanno confermato che i larici erano stati piantati negli anni ‘30, probabilmente come tributo al Terzo Reich, rimasto silenziosamente presente per tutti questi anni. D’altra parte, individuarlo era impossibile siccome questo simbolo, per quanto grande fosse, era visibile solamente dall’alto e i voli privati in Germania rimasero vietati fino alla caduta del muro di Berlino, dagli aerei di linea invece era impossibile dà vedere siccome volavano troppo alto.

Le inchieste messe in atto dalla stampa non portarono ad una conclusione ma vennero alla luce diverse testimonianze che portavano tutte a spiegazioni diverse; Un uomo affermò che da bambino, un guardaboschi gli ordinò di piantare i larici in quell’ordine, mentre un abitante locale raccontò la storia di un uomo sorpreso ad ascoltare la BBC e come segno di fedeltà dovette piantare quei larici. Qualcuno raccontò si trattasse di un regalo di compleanno per Adolf Hitler, mentre altri dissero che quei larici erano stati piantati come omaggio per la costruzione di una strada a Zernikow.

Nel 1995 infine vennero abbattuti diversi larici per eliminare quell’oscuro simbolo, ma pochi anni più tardi una foto aerea (foto di copertina) mostrò dall’alto che la svastica era ancora ben visibile, venne dunque applicata una soluzione più drastica rimuovendo tutti i larici, in modo da depennare questa foresta dai luoghi di culto neonazisti.

 

Francesco Deruvo

Francesco è stato fin da piccolo, appassionato di stranezze, curiosità e misteri. Dopo anni di lavoro come Web Designer decide infine di aprire il proprio sito. Curioso per natura studia e ricerca fatti curiosi e li riporta su Curiosità e Misteri come tali, senza prendere nessuna parte tra scetticismo e complottismo.