Sabato, 23 Gennaio 2016 16:04

Il buco più profondo del mondo.

Scritto da 

coast to coast art bellNel 1997 Art Bell, un famoso annunciatore radiotelevisivo, nel suo programma radiofonico “Coast to Coast”, in cui parlava spesso di fatti insoliti, ricevette una comunicazione via fax da parte di un tale Mel Waters affermando di essere a conoscenza del buco più grande del mondo.

Siccome era un fatto curioso e attinente al programma, Bell decide di mandarlo in onda il giorno successivo.

Mel Waters durante la telefonata specifica che questo enorme buco si trovava nella sua proprietà a Ellensburg (Washington). Racconta che per decenni in quella buca sono stati gettati rifiuti di ogni genere, animali morti, mobili, elettrodomestici rotti e quant’altro, tutto senza mai notarne un fondo.  Waters, ormai ossessionato cercò di studiarlo e di misurarne la profondità. Un giorno si munì di ben 24 chilometri di filo da pesca, attaccò un peso all’estremità e la calò nel pozzo. Raggiunto il termine di tutti i 24 chilometri di filo, ancora non aveva raggiunto il fondo.

Questa buca, successivamente ribattezzata Mel’s Hole (la buca di Mel) era col tempo diventata famosa e così anche altri tentarono di misurarla e studiarla. Nuovi studiosi, insieme a Mel Waters provarono, a scopo sperimentale, a calare in fondo al pozzo una pecora viva utilizzando la leva di una Jeep e facendo attenzione a non farle male. Ma quando arrivò  in profondità, la corda venne tirata con forza e agitata, presi dal panico cercarono di recuperarla il più velocemente possibile, ma ormai della pecora rimanevano solo un mucchio di carni informi. Dopo questo avvenimento, il pozzo divenne famosissimo e la gente veniva a vederla dalle città circostanti.

mel's hole cartelloAlcuni giorni dopo, Mel Waters aggiorna Art Bell, spiegando che dei militari con mezzi pesanti avevano circondato il buco e circoscritto la zona, edificando delle mura in cemento.

Mel Racconta inoltre che avrebbe voluto, in punto di morte essere gettato nel pozzo, perché sapeva del cane di un vicino che dopo la sua morte era stato gettato nel buco e pochi giorni dopo era stato visto di nuovo, vivo.

Alcuni ascoltatori del programma Coast to Coast, incuriositi hanno provato a cercare informazioni su Mel Waters, ma nessuno ha trovato nulla a riguardo, non esisteva sull’elenco telefonico e non c’era nessun riferimento al catasto di Ellensburg. Non esisteva e non aveva alcuna proprietà. Successivamente anche le istituzioni dissero di non sapere nulla di questo buco.

Alcuni curiosi decisero di cercare il pozzo di Mel da soli, sfruttando il sito Terra Server (l’antenato di Google Earth) e notarono che in quella zona, vi era una parte oscurata.

Oggi su Google Maps il buco di Mel è perfettamente visibile. Un famoso geologo di nome Jack Powell, è convinto che l’enorme voragine nei pressi di Ellensburg scatenò  nella gente delle fantasie e la presero di spunto per creare questa storia. Il geologo, spiega inoltre, che è impossibile che la buca sia così profonda perché va al di la di qualsiasi possibilità umana e sarebbe geologicamente impossibile in quanto la pressione della terra la farebbe crollare immediatamente.

buco di mel su google earthmel's hole oscurato 

Francesco Deruvo

Francesco è stato fin da piccolo, appassionato di stranezze, curiosità e misteri. Dopo anni di lavoro come Web Designer decide infine di aprire il proprio sito. Curioso per natura studia e ricerca fatti curiosi e li riporta su Curiosità e Misteri come tali, senza prendere nessuna parte tra scetticismo e complottismo.

Ultimi articoli

  • 1