Sabato, 06 Agosto 2016 16:06

Esistono le coincidenze o il destino?

Scritto da 

 

A volte nella vita capitano delle coincidenze incredibili che ci possono fare dubitare del fatto che siano semplici casualità. Vi raccontiamo 8 storie incredibili di coincidenze che vi faranno rabbrividire.

 

La morte di un Re e del suo sosia.

Una storia abbastanza famosa e tramandata da tempo riguarda Re Umberto I, Re di Italia dal 1878 al 1900. Il giorno 28 luglio del 1900 Re Umberto I si trovava a Monza in visita e gli venne presentato un uomo, proprietario di un ristorante che gli somigliava spaventosamente. La cosa più incredibile è che sia il Re che il ristoratore erano nati lo stesso giorno e il caso vuole che entrami avessero sposato una donna di nome Margherita e avessero un figlio di nome Vittorio. Un ulteriore caso era dato dal fatto che l’uomo aveva aperto il suo ristorante lo stesso giorno in cui Umberto I salì al trono. Il Re dovette congedarsi dal proprio sosia ma promise che si sarebbero visti nuovamente, una promessa che entrambi non poterono mantenere. Il ristoratore morì accidentalmente a causa di un colpo sparato involontariamente dalla propria pistola mentre la stava pulendo. Il Re venne subito a conoscenza della notizia e decise di andare a porgere le proprie condoglianze alla moglie vedova. Ma il 29 luglio 1900 alle 22:25 il Monarca che attraversava le strade di Monza con la sua carrozza venne colpito dal colpo di pistola di un anarchico di nome Gaetano Bresci e morì.

 

gemelli jim

Gemelli separati alla nascita.

Nel 1940 nacquero due gemelli che vennero poi separati alla nascita e dati in affido a due famiglie diverse. Nel corso della gioventù i due fratelli non si conobbero mai, ma fecero incredibilmente quasi la stessa vita. Entrambi vennero chiamati “Jim” dai propri genitori adottivi, entrambi diventarono carpentieri e disegnatori meccanici. I due fratelli una volta cresciuti hanno costruito una famiglia simile sposando entrambi una donna di nome “Linda” dalla quale hanno divorziato per poi conoscere e sposare un altra donna di nome “Betty” dalla quale hanno avuto un figlio. L’unica differenza è che i rispettivi figli si chiamano James Alan e James Allan. Entrambi possiedono un cane che hanno chiamato “Toy”. I due fratelli si sono poi incontrati nel febbraio del 1979 all’età di 39 anni.

 

mary ashford

Due omicidi, una descrizione

Due donne in due epoche diverse, la prima si chiamava Mary Ashford, nata nel 1797, la seconda Barbara Forest, nata nel 1954. Entrambe vivevano a Erdington in Inghilterra. Queste due donne nacquero lo stesso giorno e entrambe all’età di 20 anni, vennero strangolate e abbandonate nello stesso luogo e nello stesso giorno, il 27 maggio, i corpi vennero ritrovati alla stessa ora. La casualità più inquietante riguarda il loro comportamento prima della morte: entrambe avevano passato la serata con un amico, avevano poi indossato un vestito nuovo per recarsi ad un ballo dove probabilmente avrebbero incontrato il loro assassino. In entrambi i casi gli assassini vennero identificati e tutti e due si chiamavano Thornstone di cognome. Entrambi vennero assolti.

 

doppia tragedia

Doppia tragedia.

Nel 1975 un ragazzo di 17 anni di nome Neville Ebbin si stava recando a lavorare con la sua motocicletta. A causa di un incidente con un taxi, Neville perse la vita. Un paio di anni dopo suo fratello minore Lawrence Ebbin stava utilizzando il ciclomotore del fratello e venne investito anch’egli all’età di 17 anni, sulla stessa strada, da un taxi, guidato dallo stesso autista con a bordo lo stesso passeggero.

 

wreck of the titan

Il naufagio del Titan.

L’infelice storia del Titanic è nota un po’ a tutti, ma forse non molti conoscono il libro di Morgan Robertson, chiamato “Il naufragio del Titan” (The Wreck of the Titan). Questo libro uscì circa 14 anni prima del disastro del Titanic, ma riporta quasi con esattezza la sua storia. Descrive una nave di nome Titan, anch’essa britannica, con caratteristiche molto simili come dimensione, propulsori, alberi e altri dettagli. Anche il Titan affondò in aprile urtando contro un iceberg nello stesso punto dove urtò il Titanic e alla stessa ora. Anche nel caso del Titan il numero di scialuppe non erano sufficienti per salvare tutti i passeggeri.

 

coppia da radio globo

Fratelli amanti.

Adriana, una ragazza brasiliana, si innamora e si sposa con Leandro, con la quale un paio di anni dopo ha un figlio. Entrambi dopo la nascita sono stati abbandonati dalle madri e lasciati a vivere con il padre. Adriana  un giorno fece un annuncio su una radio brasiliana, Radio Globo, nel programma “The time is now” che usualmente cerca parenti dispersi, per trovare la madre biologica. La radio riuscì a mettere in contatto Adriana con la madre che dopo una lunga chiacchierata le rivelò di avere un fratello di nome Leandro. Il marito di Adriana era dunque suo fratello. Nonostante la notizia la coppia dichiarò di voler continuare a stare insieme.

 

Il discorso dell’astronomo.

Daniel du Toit, un astronomo di 88 anni si recò a Johannesburg (Sud Africa) per leggere un discorso che aveva come tema la morte. Il professore spiegò che la morte poteva sopraggiungere in qualsiasi momento. La casualità volle che quando finì il discorso, il professore si mise una mentina in bocca, strozzandosi e morendo.

 mark twain

Mark Twain e la cometa di Halley.

Il celebre scrittore americano Mark Twain nacque il 30 novembre dell’anno 1835. Nel giorno della sua nascita si stava verificando l’apparizione della cometa di Halley. Lo scrittore stesso, nel 1909 scrisse della sua convinzione: egli credeva che sarebbe morto alla seguente apparizione della cometa. Il 21 aprile 1910 Mark Twain morì di infarto. Proprio quel giorno si stava verificando nuovamente l’apparizione della cometa di Halley.

 

Francesco Deruvo

Francesco è stato fin da piccolo, appassionato di stranezze, curiosità e misteri. Dopo anni di lavoro come Web Designer decide infine di aprire il proprio sito. Curioso per natura studia e ricerca fatti curiosi e li riporta su Curiosità e Misteri come tali, senza prendere nessuna parte tra scetticismo e complottismo.